Progetto Innovativo Dettaglio

Briciole di pane

Progetto Innovativo Dettaglio

Aggregatore Risorse

Sviluppo di un processo totalmente automatico per la determinazione di Sars-Cov-2 negli ambienti di lavoro e nelle acque reflue

Data Inizio

25 gen 2021

Data Fine

01 lug 2022

Budget

500.743,42€ (finanziato 187.883,94€)

Obiettivi Specifici

L’obiettivo generale del progetto è implementare un processo automatico delle analisi di biologia molecolare per la determinazione di Sars-Cov-2 su superfici ed attrezzature, verificando la sanificazione degli ambienti e degli impianti, e su acque reflue per il monitoraggio dell’andamento epidemico e allerta precoce di possibili focolai di ritorno, in modo da contribuire al contenimento dell’emergenza sanitaria, salvaguardando al contempo la salute e sicurezza dei lavoratori.

Biochemie Lab ha attivato nel mese di marzo 2020 un servizio di analisi, completamente manuale , per la determinazione di Sars-Cov-2 sulle superfici, attrezzature ed impianti, per rispondere all’emergenza acuta in atto. Il progetto prevede l’automazione di questo sistema e la messa a punto e validazione di un processo di un servizio di analisi relativo alle acque reflue anch’esso automatizzato.

Tecnologie Abilitanti

  • Robotica (Digitalizzazione e robotizzazione di processi per aumentare la produttività e la sicurezza degli operatori.)

Biochemie Lab è un’impresa giovane e dinamica che affianca ad un modernissimo laboratorio di analisi tutte le attività collaterali del settore. E’ nata nel 1996 ed ha mantenuto un trend di crescita progressivo e costante. E’ aumentato il numero dei clienti, cresciuta la loro importanza, incrementati i settori in cui l’azienda opera, sempre ai massimi livelli rispetto agli standard di mercato. L'attenzione al cliente è ciò che consente di soddisfarne le attese ed anticiparne le future necessità. Innovazione, qualità, competitività, certificazioni, affidabilità e tempestività del dato fornito, flessibilità, sono elementi fondamentali nell'affrontare con determinazione e carattere la competizione sui mercati moderni, garantire la soddisfazione del cliente e contribuire alla creazione di valore, mantenendo livelli di prezzo ben al di sotto degli standard qualitativi raggiunti.

L’emergenza Covid-19 sta mettendo a dura prova il nostro Paese e numerose altre nazioni, impreparati davanti a una pandemia inattesa e di così rapida diffusione. In un mercato sottoposto a pressioni economiche sempre maggiori, Biochemie lab si trova di fronte alla sfida di dover creare tecnologie di analisi rapide e abbordabili ma al tempo stesso efficaci.

Biochemie Lab ha attivato nel mese di marzo un servizio di analisi, completamente manuale (dato lo stato dell’arte di seguito descritto), per la determinazione di Sars-Cov-2 sulle superfici, attrezzature ed impianti, per rispondere all’emergenza acuta in atto.

L’ approccio di sorveglianza ambientale si sta definendo in molti paesi, e anche la Commissione Europea sta guardando con interesse a questo modello basato su metodi sensibili e specifici.

L’obiettivo generale del progetto è implementare un processo automatico delle analisi di biologia molecolare per la determinazione di Sars-Cov-2 su superfici ed attrezzature, verificando la sanificazione degli ambienti e degli impianti, e su acque reflue come monitoraggio sull’andamento epidemico e allerta precoce di possibili focolai di ritorno, in modo da contribuire al contenimento dell’emergenza sanitaria, salvaguardando al contempo la salute e sicurezza dei lavoratori.

In particolare progetto si propone di automatizzare:

1. La fase di estrazione e purificazione degli acidi nucleici. L’operatore dovrà caricare i reagenti per l’estrazione ed i campioni sigillati (rischio di contaminazione ridotto al minimo) in un rack da cui lo strumento preleverà progressivamente in automatico i campioni per estrarre l’RNA. L’RNA estratto verrà inserito in una eppendorff sulla quale il sistema registrerà il numero del campione corrispondente tramite barcode. Nessun DPI è richiesto in questa fase, se non il normale camice da laboratorio ed un paio di guanti in lattice.

2. La fase di preparazione della piastra a 96 pozzetti (setup PCR). Terminata l’estrazione dei campioni, la workstation trasferirà l’RNA estratto di ogni singolo campione in un autocampionatore, e un braccio robotico smisterà reagenti e campioni nei singoli pozzetti della piastra. Il software costruirà un batch analitico importabile sul termociclatore che costituirà la sequenza per la corsa PCR (l’operatore pertanto non dovrà più digitare a mano la sequenza analitica sul software del termociclatore.

3. La fase di trasferimento dei risultati dalla Real time PCR al LIMS di laboratorio, in modo che il risultato venga trasferito automaticamente dallo strumento al LIMS e non debba più essere inserito manualmente dal tecnico analista (riduzione possibilità errori e completa tracciabilità delle operazioni).

 

Per la realizzazione del progetto sono previste le seguenti attività

WP1 - Conferma dei requisiti del nuovo processo automatizzato

Partendo dal processo manuale già attivo per le superfici, verranno confermati e/o rivisti, definiti e periodicamente aggiornati, i requisiti dei nuovi processi, attraverso, uno studio delle attività da automatizzare e dei relativi requisiti in termini di attrezzature, strumenti e software necessari, performance (tempi, qualità, throughput campioni giornaliero), costo, flessibilità.

WP2 - Design process

Progettazione dei flussi, dei percorsi, degli ambienti e della documentazione a corredo per la realizzazione dei processi automatizzati. 

WP3 - Prototipazione

Sviluppo del prototipo di processo automatizzato, messa a punto dei protocolli analitici, testing e validazione

WP4 - Coordinamento, monitoraggio, studio del Modello di Business per la disseminazione, comunicazione e sfruttamento dei risultati del progetto.

Partners esterni

Soci coinvolti

Mostra altro

Galleria multimediale

image1.jpeg
image2.jpeg
image5.jpeg
image6.jpeg
image0.jpeg

Altre risorse